Uncategorised

Richiamo alla responsabilità dei politici che hanno dichiarato la necessità di finanziare la riforma dell'Università

Valutazione attuale:  / 0

Alessandro Pezzella - Rete 29 aprile. Alla vigilia della discussione alla Camera del ddl Gelmini, ...

ascolta su : radio web USTATION

Alessandro Pezzella

Radio Ustation

Via, via, vieni via con noi (dum dum dum dum...)

Valutazione attuale:  / 0

Maggioranza senza titoli per approvare la riforma: venite via con noi!

Leggi qui il comunicato in PDF


Una maggioranza allo sbando non ha i titoli per approvare una riforma dell'Università di questa portata. Questo governo, con le sue marce avanti e indietro, le sue incertezze e i suoi numeri stravaganti con cifre proposte e poi ritirate, ha dimostrato da tempo di non avere i mezzi per riformare in maniera credibile una struttura complessa e decisiva per il Paese quale è l'Università.

Ognuno si deve assumere le sue responsabilità, politiche e materiali. Alle opposizioni diciamo che non basta votare contro il DdL. Se non si riesce a prevalere nelle votazioni, bisogna cercare anche altre strade, compreso l'ostruzionismo (nei limiti purtroppo angusti permessi dai regolamenti) e i gesti dimostrativi pubblici. Serve un gesto forte per dimostrare in modo inequivocabile, non solo alle ricercatrici e ai ricercatori mobilitati, ma a tutta l'opinione pubblica, nazionale e internazionale, la propria netta contrarietà, nel metodo e nel merito, al DdL Gelmini e al governo di Berlusconi che lo sostiene.

L'opposizione dimostri di non essere solo quella componente che non è al governo, ma di saper prendere posizioni forti sulle questioni vere, concrete e importanti del Paese, non solo sulle azioni (o inazioni) del Presidente del Consiglio. In momenti cruciali come questo non bastano dichiarazioni spot, ma servono atti più concreti e visibili: l’Università e la ricerca pubblica devono entrare esplicitamente nell’ “elenco dei valori” delle opposizioni.

Se si arriva al voto in aula e non vi sono speranze di voti contrari, siate Onorevoli, non restate lì! uscite dal luogo in cui si sta compiendo questo assurdo delitto: non legittimate, col vostro voto, il definitivo affossamento dell'università pubblica!

Scendete in piazza, ci troverete lì: ricercatori, precari e strutturati, professori, studenti e tutti coloro che hanno combattuto questo DdL iniquo.

Il tempo è scaduto ed è il momento di fare scelte responsabili. Se agli occhi del Paese non volete confondervi con loro,“venite via con noi”!


Rete 29 Aprile, CPU, CoNPAss, UDU, Link

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo." mce_href="mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo." mce_href="mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

Volantino - Uniti contro la crisi per riprenderci il nostro futuro! - Lecce

Valutazione attuale:  / 0


Rete 29 Aprile e Rete Ricerca Pubblica insieme per la Notte dei Ricercatori

Valutazione attuale:  / 0

Leggi il comunicato in pdf

Venerdì 24 settembre dalle ore 20 verrà trasmessa su centinaia di web tv, videoblog informativi e media iperfocali la “Notte dei ricercatori 2010”, appuntamento promosso dalla Commissione Europea.

La “Rete Ricerca Pubblica” e la “Rete29Aprile”, nella volontà di unire le proprie forze per una battaglia seria e determinata in difesa dell'autonomia e dell'indipendenza della Ricerca in Italia, ribadiranno le proprie ragioni, le proprie “indisponibilità” e la propria voglia di andare avanti anche durante la notte dei ricercatori con due interviste registrate su Skype e un video appello contro la soppressione degli enti durante l’evento “L’Altra Notte”.

Leggi tutto...

I ministri Gelmini e Tremonti e la protesta dei ricercatori - Comunicato stampa della R29A

Valutazione attuale:  / 0

Versione comunicato in pdf

La Rete29Aprile dei ricercatori universitari considera profondamente inadeguate le affermazioni del ministro Gelmini rese oggi durante la conferenza stampa congiunta con il ministro Giulio Tremonti. Il ministro si è espresso in termini indeterminati e vaghi su questioni centrali, quali la ricerca e l’alta formazione. Ma ciò che colpisce maggiormente sono le inesattezze evidenti nella parte del suo discorso dedicata alla protesta dei ricercatori, peraltro sempre evitando un confronto diretto nonostante l’esplicito invito a farlo rivoltole dal Capo dello Stato ai primi di agosto.

Per anni i ricercatori universitari hanno, con senso di responsabilità, tenuto corsi con dedizione e passione come fossero professori, quasi sempre a titolo gratuito, sottraendo tempo e risorse alla ricerca che (come dice il loro nome) è il loro compito primario. Quest’anno, come tutti gli altri anni, i ricercatori universitari lavoreranno a tempo pieno facendo con immutato senso di responsabilità la ricerca e la didattica che compete loro: tutoraggi, assistenza agli studenti, seminari, senza incarichi aggiuntivi di volontariato.

Leggi tutto...

Documento Precari UniCassino

Valutazione attuale:  / 0

Documento Precari UniCassino

Pagina Osservatorio didattica

Valutazione attuale:  / 0

Fai click QUI per trasmettere dati

{iframe width="700" height="800" ...}https://spreadsheets.google.com/pub?key=0AgaQEpJZ_J2MdHM3T0pBVFoxUE5nN0g2Zk40QVhqNkE&hl=it&output=html{/iframe}

Thursday the 22nd. Design: Hostgator Coupon. Rete29Aprile
Copyright 2012

©