Resoconti sintetici

Adunanza CUN del 9-10/9/2014

Valutazione attuale:  / 0

E` stata approvata una delibera circa l'istituzione delle scuole di diritto per la formazione degli avvocati specialistici, che al momento sarebbe sottratta alle universita`. La delibera auspica che in queste scuole sia prevista una partecipazione piu` o meno paritaria tra le universita` - che comunque sono di solito coinvolte per la formazione "di qualita`" - e gli altri soggetti.

E` stato approvato un parere sul passaggio di settore per RTD, teso a limitare i casi in cui questi possono essere richiesti. In particolare, i passaggio sara` ammesso solo all'interno dello stesso settore concursuale e purche' non fosse indicato il SSD nel bando. Il fatto che siano state presentate gia` numerose richieste di passaggio, sia per RTD a) che per RTD b) ha suscitato questa riflessione: innanzitutto, gli RTD hanno un contratto che prevede un certo tipo di compiti e il passaggio potrebbe addirittura metterli nella posizione di non poterli svolgere; poi, il passaggio potrebbe aprire la possibilita` di comportamenti concorsuali scorretti; gli RTD potrebbero essere spinti a chiedere questi passaggi solo perche' alcuni corsi di laurea possano soddisfare i requisiti di docenza, al limite contro la propria volonta`; infine, a norma di legge il Testo Unico prevede che il passaggio avvenga alla fine di almeno un triennio di docenza e ricerca di fatto nel nuovo settore. Peraltro, se il RTD viene poi chiamato come Professore questo puo` avvenite comunque nel nuovo settore, o puo` chiedere di passarci appena dopo la chiamata, percio` il non averlo potuto fare prima non lo danneggia.

E` stato proposto e approvato un parere favorevole sul riconoscimento dei titoli di un'Universita` tedesca (Macromedia) che ha sede in Italia. C'erano alcune perplessita` sulla procedura e su un corso di laurea in management che pare non abbia docenti competenti.

 

Adunanza CUN del 22-23/7/2014

Valutazione attuale:  / 0

Abbiamo dibattuto e approvato la mozione circa l'emendamento proposto dal relatore di maggioranza in Commissione settima alla Camera che reintrodurrebbe la facolta` per gli Atenei di mandare in pensione i professori che abbiano maturato una sufficiente anzianita` contributiva. Se per ragioni di bilancio gli Atenei fossero costretti ad applicare questa misura, cosa probabile, potrebbero mandare in pensione alcuni professori dagli stipendi molto alti, alcuni pero` sette-otto anni prima del termine ultimo, chiudere alcuni corsi di laurea ridistribuendo gli altri professori e far quadrare cosi` i bilanci; come ad esempio ha fatto Roma Sapienza. Peraltro, questa norma esiste per tutto il comparto pubblico ed e` stata applicata negli scorsi anni ai ricercatori e al personale tecnico amministrativo in varie sedi. Ovviamente si creerebbero i presupposti per una serie di disparita` tra le sedi e forse persino all'interno delle sedi stesse; per non parlare della perdita di conoscenze e di forze per la didattica. Non permetterebbe grandi ingressi di forze nuove finche' il turnover e` bloccato e i bilanci degli Atenei sono pericolanti. Verra` forse anche emesso un comunicato stampa, anche se questo dipende dall'eventuale accoglimento dell'emendamento in commissione, cosa che e` incerta.

E` stato perfezionato il documento sulla semplificazione delle procedure per i visti degli studenti e degli studiosi extracomunitari in visita.

E` stato esaminato lo stato dei documenti sul Dottorato e sulla SUA-RD, discussi in Commissione.

E` stata discusso ed approvato un parere generale circa l'equipollenza delle abilitazioni ottenute in altri paesi con la Abilitazione Scientifica Nazionale.

Pare che anche violare il Codice Etico sia una violazione disciplinare (nella fattispecie, per gli studenti)

Sono state nominate tutte le commissioni di conferma di cui era giunta la richiesta finora.

Sono stati poi dibabttuti i temi da sottoporre a Marco Mancini a proposito dell'ASN: contrarieta` alla bibliometria, revisione dei settori, periodicita` garantita, formazione delle commissioni, compiti del CUN.

Mancini ha dichairato che l'immissione della norma nella conversione del DL Madia e` imminente. Per evitare di bloccarla, sara` leggera, lasciando ai regolamenti di decidere i dettagli. Su molti punti, pero`, si e` verificato un accordo di molte parti e solo per questo si riuscira` a far approvare questi emendamenti (forse?). Le modifiche agli SSD saranno piccole; i criteri per le commissioni e il meccanismo di formazione verranno valutati attentamente dalle proposte (anche l'elettorato passivo e` in discussione). L'abilitazione restera` come avrebbe dovuto essere, "larga"; e possibilmente con pochi o nessun "numerino", ma con regole per le commissioni possibilmente non derogabili. Forse saranno previsti dei supplenti; e se le commissioni saranno ampie, si cerchera` di garantire la rappresentativita`. Le prospettive economiche per il 2014 paiono non critiche, ma per il 2015 pessime, c'e` molta preoccupazione. Per l'FFO se ne parlera` a settembre. L'abolizione dei punti organico non arrivera` prima del 2015, se ci sara`.

 

Adunanza CUN dell'8-9/7/2014

Valutazione attuale:  / 0

Abbiamo dibattuto della situazione attuale della sperimentazione della SUA-RD. Una commissione "ad hoc" ha lavorato: si e` deciso - per ora - di non scrivere un documento, perche' pare che le schede cambino ancora frequentemente, ma di essere pronti a farlo magari ai primi di settembre, anche se questo rischia di essere troppo tardi, perche' per ora non ci sono dati certi su cui basarsi.

Si e` parlato dello "stop" alle abilitazioni e del nuovo decreto che dovrebbe essere fatto per svolgere la tornata 2014 entro la fine dell'anno [ma c'e` da crederci??] e di cui - forse - il capo-dipartimento Mancini parlera` nella successiva seduta. Principalmente si e` discusso di come proporre nuovi "criteri e parametri" consultando le comunita`, sul modello di quanto fatto nel 2011, e partendo da quello integrandolo con le indicazioni di questa prima "esperienza"; si
e` cercato di capire che tipo di "mandato" il CUN avra` dalla Ministra o da Mancini su questo punto, o almeno che domande fargli per chiarirlo.

E` stata approvata una mozione sui corsi interclasse, che propone modifiche nella scheda che renderebbero piu` palese quando mascherano difficolta` nei requisiti minimi e quando invece sono progetti spontanei.

Si e` parlato delle difficolta` per i non-comunitari di chiedere il visto per ricerca in Italia, e si e` approvato un documento "di massima", da approvare nella seduta successiva.

E` stato eletto il nuovo presidente del CODAU, che siedera` nel cUN; c'e` stata una riunione sulla didattica del "paesaggio" con progressi verso una definizione migliore di un accordo tra le aree coinvolte.

Non ci sono notizie dell'FFO 2014...

 

Adunanza CUN del 24-25/6/2014

Valutazione attuale:  / 0

Le notizie sul recente DL Madia che rinitrodurrebbe il prepensionamento per i ricercatori e su un altro che riformerebbe la pubblica amministrazione si rincorrono. La Ministra ha parlato alla CRUI di un piano per 6000 ricercatori, non si sa di che tipo. Al momento al Ministero c'e` una sorta di "blocco" delle attivita` per i rinnovi in corso. La SUA-RD desta molta preoccupazione; i posti nelle scuole di specializzazione sono tornati 5000.

Il Patto della Salute sembra prevedere che gli specializzandi possano fare attivita` "ordinaria" di assistenza prima del normale: la questione va discussa.

E` stata discussa (e approvata) la raccomandazione sulle linee che il semestre di presidenza italiana dell'UE dovrebbe seguire per l'Universita`: viene suggerito di andare verso un mutuo riconoscimento dei titoli (Laurea, Laurea Magistrale e Dottorato), delle abilitazioni per la docenza (dove esistono) e dei livelli di carriera. Non per tutte queste cose il riconoscimento automatico sara` possibile allo stato attuale, o per lo meno non per tutti i Paesi.

E` stata anche approvata (in vista di un provvedimento del Ministro che chieda al CUN di riformularla, come previsto dalla legge ogni due anni) la tabella delle equivalenze tra le posizioni in molti pesi del mondo e quelle italiane.

E` stato discusso un documento di "semplificazione" sulle procedure di autorizzazione, validazione e accreditamento del Dottorato. La proposta e` un cambiamento e una semplificazione notevoli, e cioe` di dare all'ANVUR il compito di fare la valutazione ex-post solo ogni 5 anni, ma di realizzare un'autorizzazione iniziale leggera con controllo durante i 5 anni ai NuV.

 

Adunanza CUN del 10-11/6/2014

Valutazione attuale:  / 0

Si parlera` dei criteri per la prossima ASN (relazione Barbati da riunione delle aree 10-14).

Discussione sullo stato dell'ASN (proroghe commissioni e nomine di nuove commissioni, cui il MIUR sarebbe contrario).

Relazione di Arienzo da un convegno a Trento con Mancini e Carrozza.

Discussione del documento sull'Open Access (una dichiarazione congiunta CUN-CRUI che promuove l'omogeneita`).

Approvazione del documento sul pre-ruolo (abolizione degli RTDa, e cambiamento degli RTDb in Professore Iunior con tenure track). Si e` discusso della possibilita` di discutere in futuro delle altre fasi (preruolo, RTI nel frattempo, PA che configurazione?) e sul potere del Dipartimento di decidere sulla trasformazione in PA dopo il conseguimento dell'abilitazione. Una parte (ampiamente minoritaria) dell'aula era a favore del fatto che il Dipartimento avesse questo potere; si e` trovata una mediazione per cui puo` proporre al CdA di non assumere il Prof. Iunior come PA, solo con maggioranza assoluta degli aventi diritto (e il CdA poi decidera`). Durante il dibattito si e` parlato frequentemente di prospettive di proposte di sistemazione per la docenza, tra cui il cosiddetto "ruolo unico".

Si e` parlato di un terzo documento sulla semplificazione, questa volta sul Dottorato, per il momento ancora in elaborazione.

Nuova tabella di equivalenze tra posizioni accademiche in molti paesi e le posizioni italiane, ai fini della partecipazione ai concorsi o alle chiamate dirette.

 

Adunanza CUN del 27-28/5/2014

Valutazione attuale:  / 0

Si e` discusso un documento che propone una nuova figura unica preruolo, al posto degli attuali "RTDa" e "RTDb", denominata Professore Iunior, con un contratto di 5 anni al massimo al termine dei quali a meno di motivato parere negativo il Dipartimento dovrebbe chiamare il soggetto nella seconda fascia. La discussione ha soprattutto riguardato il requisito del Dottorato per entrare, e la possibilita` o meno che il Dipartimento esprimesse un parere (inizialmente non era stato previsto). Tutti erano sostanzialmente ad eliminare gli attuali "RTDa", anche se una figura a termine per i progetti di ricerca probabilmente serve. Evidentemente, poiche' poi gli basta essere "confermato", ci deve essere un concorso all'inizio per la selezione; qualche problema ha suscitato la verifica sulla didattica, e il fatto che la mobilita` sarebbe difficile.

E` stato approvato un documento sulla semplificazione della bruocrazia (ordinamenti, codici ISTAT, conoscenze richieste, SUA-CdS e RAD, Off.F., Docenti di riferimento, coefficiente DID, periodo piu` lungo per il rapporto di riesame, Presidio di qualita` coincidente con il NuV).

E` stato proposto un documento che proponga che durante il semestre europeo di presidenza italiana si promuova il mutuo riconoscimento dei titoli anche dal Dottorato in poi.

E` stato discusso un documento sul Dottorato, che pero` non e` ancora stato approvato.

E` stato presentato il sito del CUN rinnovato.

 

Adunanza CUN del 13-14/5/2014

Valutazione attuale:  / 0

Il CUN e` andato ad un'audizione in Commissione alla Camera, dove pare ci sia stato un atteggiamento recettivo.

E` stato discusso un documento sulla semplificazione, fatto di varie parti. La prima, approvata in questa seduta, riguarda la verifica da parte della Corte dei Conti per ogni contratto co.co.co., gli acquisti tramite MEPA per i progetti di ricerca e i rimborsi per le spese di missione.

Si e` discusso un documento su una figura unica preruolo che sostituisca "RTDa" e "RTDb" (anche il nome e` in discussione: Professore Iunior? Ricercatore? Terza fascia? Docente? Professore-ricercatore?).

Si e` parlato di scrivere un documento sulla SUA-RD, attualmente in fase di sperimentazione.

Alcune chiamate dirette "a tempo definito" hanno suscitato perplessita`: e` possibile? E concorsi da ricercatore con nessun commissario del settore? Casi in universita` telematiche o comunque non pubbliche.

Il nuovo sito del CUN e` quasi pronto, dopo lunghe vicende tecniche legate a conflitti interni al Ministero.

 

Adunanza CUN del 29-30/4/2014

Valutazione attuale:  / 0

La Ministra e` intervenuta durante la seduta. Ha dichiarato di voler seguire 4 principi, e cioe` semplificazione, programmazzione, internazionalizzazione e valutazione. Sulla abilitazioni ha detto che la prima tornata e` stato un fallimento ed e` favorevole a un meccanismo continuo nel tempo, alla valutazione ex-post, non alle mediane. Si fara` la seconda tornata. Servirebbe la revisione dei SSD. E` a favore dell'autonomia e dell'"accountability". Ha dichiarato che l'FFO e` gia` minimale, ma su cambiamenti "profondi" e` parsa temporeggiare. Ha anche accennato al numero di borse per le scuole di specializzazione e al test d'ingresso a Medicina.

Ha ricevuto molte domande, sul diritto allo studio, la semplificazione, la didattica e l'AVA, i problemi di Medicina, il PTA, l'ANVUR, gli Atenei non statali, la formazione degli insegnanti e le LM didattiche, il costo standard, il Dottorato, i finanziamenti alla ricerca, le dimensioni immaginate del sistema.

Su AVA ha detto che ha dato linee programmatiche, su ANVUR che chiarira` cometenze, sul TFA che il Decreto di quello ordinario e` alla firma e ci sara` un concorso, che servono anche ircoseplificazioni, che per ora si sono fatti interventi urgenti e poi si riinterverra` su Dottorato e formazione insegnanti, che si apriranno dei Dottorati industriali, che ci sono troppi PTA (!), che lo studio sul costo standard c'e` gia`, che l'FFO arrivera` entro l'estate; che conta l'autonomia, che non togliera` il numero programmato a Medicina, che il calo delle immatricolazioni se dipende dal calo degli "immatricolati maturi" e` un bene, che il 40% dei laureati in Italia e` impossibile, ma si e` molto migliorato in 25 anni, che il sistema non e` sovradimensionato ma non serve aumentare il numero delle universita`.

Sulla base di queste indicazioni o per reazione ad esse sono state programate le attivita`, alcune mozioni e alcuni documenti, tra cui uno sulla semplificazione. Pare ci siano spiragli per qualche (piccolo) cambiamento di legge.

E` stato discusso un documento che propone di unificare le figure di RTDa e RTDb in una unica figura di "Professore Iunior", con "tenure track".

Il CUN e` stato audito dalla Commissione V della Camera.

 

Adunanza CUN dell'8-9/4/2014

Valutazione attuale:  / 0

E` stato approvato il documento sulla "messa in sicurezza" del sistema, che richiede un piano di reclutamento per mantenere una numerosita` minimale, propone l'abolizione dei punti organico, chiede un finanziamento speciale per PO e RTDb. La discussione e` stata approfondita; il documento non ha convinto tutti per il suo essere un po' troppo "di governo".

E` stata approvata una mozione sulle criticita` emerse dalla prima tornata dell'ASN e con una proposta per una Abilitazione "a sportello".

E` stata discussa una mozione sulla semplificazione degli acquisti tramite MePA.

E` stata approvata una mozione che chiede l'istituzione di un "tavolo" per coordinare gli interventi sugli ordinamenti, visto il problema di sovrapposizione con la SUA-CdS.

E` stata discussa una mozione sulle convenzioni con gli ospedali per posti da professore, che compare tra i punti richiesti dalla CRUI.

 

Wednesday the 20th. Design: Hostgator Coupon. Rete29Aprile
Copyright 2012

©